Def. Per l’ambiente solo evocazione e nessun contenuto di rilievo

“Sul Def nulla di nuovo per ambiente, mutamenti climatici, governo del territorio. Siamo all’evocazione di temi di grande portata che non posso essere affrontati senza una strategia complessiva che interviene sulle modalità dello sviluppo e sulla gestione della finanza pubblica”. Lo dichiara il senatore democratico Andrea Ferrazzi, capogruppo in Commissione Ambiente e territorio a Palazzo Madama.
“Il Programma Nazionale di riforma in materia di ambiente ed energia appare estremamente generico e vuoto di contenuti chiari e di progetti definiti. Ci si limita a mere dichiarazioni di principio visto che se vi vuole concretamente perseguire la strada della decarbonizzazione e della defossilizzazione, come annunciato, occorre avere il coraggio di abolire i sussidi e gli incentivi dannosi per l’ambiente per spostarli, cadenzandoli nel tempo, dentro un progetto che punti su innovazione, rinnovabili e sostenibilità. Il Catalago di questi sussidi esiste già ed è stato approvato con il Collegato Ambientale del 2015. Si tratta di oltre 16 miliardi di euro che darebbero il segno della svolta del nostro Paese su queste tematiche”

Articoli Correlati