Come lavoro

Il modo migliore per descrivere il mio modo di lavorare è, senza dubbio, quello di raccontare le principali cose fatte in questi anni come amministratore. Si tratta di un elenco di attività che descrivono anche con chiarezza il mio obiettivo di riportare il nostro Comune ad avere un ruolo nazionale anche come elaborazione di politiche innovative, il tema del consumo del suolo, l’attenzione ai bambini e alle famiglie che in questo momento vivono una fase di grande difficoltà e cambiamento, l’attenzione allo sport ma anche all’importanza della cultura della legalità. La legalità, con la trasparenza delle scelte e l’efficienza nella gestione delle risorse, rappresenta il cuore della mia politica ma soprattutto la strategia di sviluppo sociale ed economica della nostra comunità.

Si tratta di un elenco parziale ma per me significativo e sono a disposizione per chiarimenti e confronto su ognuna di queste attività.

  1. FAMIGLIE: RETE SERVIZI PER L’INFANZIA – Si batte e ottiene il mantenimento e l’estensione dei servizi per l’infanzia, dalle scuole dell’infanzia agli asili nido a innumerevoli progetti nelle scuole di ogni ordine grado. Si crea in questo modo una rete di 37 asili pubblici e di altre decine di scuole materne che garantiscono una estensione del servizio tra le più capillari dei comuni italiani.
  2. FAMIGLIE: TARIFFAZIONE DEGLI ASILI NIDI – Contemporaneamente riesce a mantenere la tariffazione degli asili nido e delle scuole per l’infanzia  tra le più bassi d’Italia in modo da garantire la piena accessibilità alle famiglie in particolare a quelle con i redditi più bassi (209€ al mese la tariffa asili nido media pagata dalle famiglie).
  3. TRASPORTI PER I BAMBINI E LE FAMIGLIE – Lo stesso ottiene per le politiche dei trasporti per i bambini dalle famiglie alle scuole e viceversa.
  4. NUOVA GESTIONE DEGLI IMPIANTI SPORTIVI – Sono stati riscritti integralmente i Regolamenti per la gestione degli impianti di sportivi del Comune di Venezia, dalle piscine ai bocciodromi ai palazzetti dello sport mantenendo tra l’altro la tariffazione tra le più basse d’Italia per promuovere lo sport accessibile popolare.
  5. TRASPARENZA NEI BANDI PER LA GESTIONE DEGLI IMPIANTI SPORTIVI PUBBLICI – Le nuove assegnazioni per la gestione degli impianti sportivo è stata realizzata attraverso procedure di evidenza pubblica costruiti in modo da garantire una buona gestione per tutti prossimi anni. Risolte alcune situazioni critiche come ad esempio la gestione del centro sportivo Costantino Reyer a Sant’Alvise a Venezia e la sede del calcio Edo Mestre Real San Marco. Prepara e delibera la convenzione per la gestione e l’ampliamente del Palazzetto dell Sport Taliercio che consente alla Reyer di partecipare al massimo campionato.
  6. SCUOLE – Promosso e completata la riorganizzazione di tutto il sistema scolastico del Comune di Venezia garantendo il mantenimento della alta qualità formativa delle nostre scuole. Sostegno alla apertura di nuove sezioni pubbliche per la scuola dell’infanzia in modo da garantire il servizio più ampio che le famiglie del nostro territorio. Risolta per esempio la questioni della sede della scuola dell’infanzia di Santa Maria dei Battuti a Mestre.
  7. SCUOLA DELL’INFANZIA DI MURANO – Risolve la difficile antica questione della statalizzazione della scuola dell’infanzia di Murano dando garanzia ai cittadini di una scuola pubblica a costo zero.
  8. FAMIGLIE PROTAGONISTE – Creato il nuovo assessorato alle “Politiche per le famiglie” all’interno del quale si individua lo specifico progetto “Famiglie protagoniste” che coinvolge in tre anni centinaia di famiglie del territorio comunale che diventano protagoniste di decine e decine di progetti di autogestione.
  9. ETICA PUBBLICA – Promuovere innumerevoli incontri dedicati alla diffusione della cultura dell’etica pubblica. Gli incontri sono stati organizzati con autorevoli magistrati, intellettuali e uomini della cultura insieme con migliaia di studenti di scuole di ogni ordine e grado.
  10. CULTURA DELLA LEGALITA’ – Sostenuto il primo “Festival della legalità” del Comune di Venezia in collaborazione con la Camera di Commercio di Venezia, con il Movimento Consumatori, Sesterzo.
  11. SERVIZI PER I GIOVANI – Estensione dei Centri per l’infanzia anche ai preadolescenti attraverso l’attivazione di innumerevoli progetti.
  12. NUOVO REGOLAMENTO PER SUPPLENZE SCOLASTICHE – Promuove il Nuovo regolamento per selezione supplenti materne comunali in modo di dare garanzia di qualità e continuità al servizio.
  13. TRASPARENZA E CONTROLLO – Promuove il “Protocollo di intesa” con la Guardia di finanza per controllare che le politiche di accesso agevolato alle famigli meno abbienti per nidi, scuole, sociale, residenza, non vedano i “furbetti” fare man bassa.
  14. TENNIS Garantisce il mantenimento la crescita di importanti tornei sportivi cittadini come ad esempio il Venice international tennis di Mestre.
  15. SCUOLE INFANZIA – Rinnovate le Convenzioni triennali con le 36 Scuole dell’infanzia Paritarie dando certezza e continuità al servizio. Aumenta inoltre il contributo alle stesse scuole per garantire l’accessibilità al prezzo più basso per le famiglie.
  16. BULLISMO – Attivato il progetto contro il Cyber bullismo scuole medie con la Polizia postale del Veneto e con il Tribunale dei minori.
  17. PAGAMENTO TELEMATICO PASTI SCUOLA – Attivazione del nuovo servizio per il Pagamento telematico dei pasti a scuola in modo da ridurre l’utilizzo della carta e facilitare il servizio nei confronti delle famiglie.
  18. TRASPARENZA DELLE PRATICHE URBANISTISCA – Realizzata la digitalizzazione degli archivi dell’edilizia del comune, attraverso un sistema integrato (scanner, video, software) che rivoluzionerà il sistema dell’archiviazione e della gestione dell’edilizia del Comune aumentando la trasparenza la flessibilità e la velocità.
  19. CONTRO IL CONSUMO DEL SUOLO: EX DEPOSITO ACTV – Approvata in giunta e in consiglio il piano di trasformazione urbana a consumo del suolo zero dell’ex deposito Aci tv attraverso un progetto di rigenerazione che in pochi mesi vede la realizzazione. In tale occasione viene realizzata a costo zero per il Comune la rotonda tra il Corso del Popolo e via Torino che migliora di molto la viabilità urbana.
  20. CONTRO IL CONSUMO DI SUOLO: ZONA MARZANEGO – Elimina con una sola delibera la costruzione di 124.000 metri cubi nel cuore di Mestre, Zona Marzenego, bloccando l’edificazione di 350 appartamenti, un grande albergo, un supermercato, risparmiando il consumo di 23 ettari (una quarantina di campi da calcio) che rimangono ora a verde.
  21. STAZIONE FERROVIARIA DI MESTRE – Definisce e conclude l’Accordo di programma stazione ferroviaria di Mestre. Tale progetto di rigenerazione a consumo zero del suolo prevede la trasformazione dell’ex scalo merci in zona servizi residenza e l’ampliamento dell’attuale parco del Piraghetto; la sistemazione definitiva del parco di via Piave; la ricostruzione di tutto l’asse della stazione finalmente all’altezza di ciò che serve alla città. Tale innovativo accordo diminuisce del 60% la volumetria previstadal protocollo d’intesa del 2010.
  22. RISCATTO CASE PEEP – Permette il riscatto e piena proprietà delle case Peep di tutto il Comune di Venezia al prezzo minore consentito dalla legge.
  23. FORTE MARGHERA E VIA TORINO – Concludere l’accordo con l’Università di Ca’ Foscari e con lo IUAV attraverso il quale vengono restituite al Comune 23.000 m² nella sede universitaria di via Torino. Tale accordo consentirà la sostenibilità del Piano di Recupero di Forte Marghera che dovrà essere messo disposizione di tutta la cittadinanza.
  24. AEROTERMINAL DI TESSERA – Approva il Piano Particolareggiato di iniziativa pubblica che costituisce finalmente l’Aeroterminal di Tessera. Tale piano permetterà ai cittadini della terraferma di poter raggiungere comodamente Venezia dalla LAGUNA e ai cittadini di VE della laguna nord di raggiungere la terraferma con agilità.
  25. RIDISEGNO CAMPUS SANTA MARTA – Approvato il progetto di trasformazioni della sede universitaria di Santa Marta in moderno campus/studentato per studenti e docenti di 600 posti. Ciò consentirà di sviluppare la vocazione universitaria della città di Venezia e metterà a disposizione degli studenti di strutture ricettive di qualità e a basso costo.
  26. RECUPERO DELL’OSPEDALETTO IRE in tal modo si creano le condizioni per creare un rilancio residenziale nel cuore di Venezia.
  27. RECUPERO ISOLA DI SANTO SPIRITO – Approva il Piano di Recupero dell’isola di santo spirito con destinazione residenziale. Si tratta del primo progetto di recupero a destinazione diversa dall’albergo.
  28. ORTI URBANI – Approvato il recupero isola Santa Caterina Mazzorbo per orti anziani.
  29. RECUPERO PALAZZO DEL CINEMA – Attraverso una procedura di programmazione partecipata è stato approvato il Piano di recupero palazzo cinema del lido. Innumerevoli incontri pubblici, workshop, passeggiate di quartiere, incontri con i cittadini ed esperti permettono di riallacciare i rapporti con l’isola del lido e di ripensare la trasformazione del palazzo del cinema e delle aree collegate, superando definitivamente il periodo Commissariale.
  30. CONTRO IL CONSUMO DEL SUOLO: CENTRI COMMERCIALI – Preparato e approvato dal consiglio comunale di Venezia, Treviso, Belluno e Vicenza un emendamento alla legge regionale sul cosiddetto piano casa ter. Tale emendamento va nella direzione di ridurre la volumetria dei centri commerciali, delle zone industriali e delle zone residenziali.
  31. CONTRO IL CONSUMO DEL SUOLO: LEGGE NAZIONALE – Come delegato nazionale ANCI attraverso un approfondito lavoro con le commissioni parlamentari, con l’ordine nazionale degli architetti, con l’ordine nazionale dei geometri, degli ingegneri, con ANCE, abbiamo contribuito a definire la nuova legge per il consumo del suolo nel nostro paese. Essa va nella direzione di rigenerare l’esistente attraverso l’utilizzo e la valorizzazione dei territori già occupati, delle bonifiche e delle rigenerazione urbana. Si chiude un periodo pluridecennale di consumo dissennato di territorio.