Blog

9 ottobre 2018

Bando Periferie: un taglio da 1 miliardo e 600 milioni

Oggi è il giorno della verità: per le Periferie un taglio da 1 miliardo e 600 milioni

Pubblicato da Senatori PD su Martedì 9 ottobre 2018


Ho appena presentato in Aula in Senato la nostra mozione per restituire ai sindaci i soldi per le periferie. I sindaci presenti sono stati allontanati perché stavano indossando la fascia tricolore.
Questo governo toglie loro la fascia e toglie loro i soldi.

Ho appena presentato in Aula in Senato la nostra mozione per restituire ai sindaci i soldi per le periferie. I sindaci presenti sono stati allontanati perché stavano indossando la fascia tricolore.Questo governo toglie loro la fascia e toglie loro i soldi

Pubblicato da Andrea Ferrazzi su Martedì 9 ottobre 2018


Mentre presentavo in Aula al Senato la Mozione del Partito Democratico per la restituzione ai comuni dei soldi sottratti dal Governo alle periferie, la Vicepresidente del Senato Taverna cacciava i Sindaci presenti perché stavano indossando la fascia tricolore.
Prima tagliano i soldi ai sindaci, poi li cacciano.

Al Senato i sindaci sono graditi?

Scandaloso. Al Senato è stato impedito ai sindaci di indossare la fascia tricolore.Forse perché stanno protestando contro il Governo che taglia i fondi alle periferie?

Pubblicato da Senatori PD su Martedì 9 ottobre 2018



8 ottobre 2018

Questo Governo fanfarone sta impoverendo gli italiani: lo spread si è impennato; per ottenere prestiti lo Stato paga il 3,5%, l’1% in più di quattro mesi fa; Bot e Btp perdono valore; dal 1 giugno la Borsa è scesa del 10%. Difendiamo l’Italia da questi irresponsabili che vogliono farci uscire dall’Europa


Un piccolo trafiletto racconta una realtà inquietante: il logo dei 5Stelle va alla Rousseau. A Casaleggio va dunque il simbolo di un partito. Colui che a domanda della stampa europea sul perché della concentrazione del potere dei 5Stelle nelle sue sole mani aveva risposto “dó una mano”. Il privato dispone dunque di simbolo, programmi, candidature, raccolta fondi, iscrizioni, consultazioni, di fatto nomine anche in aziende pubbliche e ha potere nei confronti dei parlamentari eletti.
Da “uno vale uno” a “uno decide per tutti”. Dagli slogan sulla “trasparenza” alla opacità dell’uomo privato al comando di un partito politico.
Non si era mai visto, se non nei romanzi orwelliani.


7 ottobre 2018

Salvini arma i privati e taglia sulle forze dell’ordine

Salvini è un agitatore delle paure le quali, ovviamente, per essere trasformate in voti permanenti non devono trovare risposta.

Il Governo Pd ha messo 7 mld, nuovo contratto, assunzioni straordinarie, riordino delle carriere.

 

 



6 ottobre 2018

Alla Fiera del Rosario di San Donà, tra amiche e amici volontari che amano il nostro territorio

 

A Monastier, alla Conferenza Programmatica Provinciale di Treviso.
Si parte dai temi, dal lavoro, dall’ambiente, dai diritti, dallo sviluppo, dalle imprese.
Si parte dallo studio e dal confronto.
Si parte dal territorio, con passione e coraggio.



5 ottobre 2018



4 ottobre 2018

Di seguito il video della discussione di oggi al Senato sul Bando Periferie.
Interrogazione presentata dal Senatore Ferrazzi, risposta del Ministro Stefani, replica del Senatore Collina.
Dal Governo parole, parole, parole.
#periferieabbandonate

Di seguito il video della discussione di oggi al Senato sul Bando Periferie.Interrogazione presentata dal Senatore Ferrazzi, risposta del Ministro Stefani, replica del Senatore Collina.Dal Governo parole, parole, parole.#periferieabbandonate

Pubblicato da Andrea Ferrazzi su Giovedì 4 ottobre 2018

“Oggi al Senato abbiamo interrogato la ministra Stefani sui soldi scippati alle #periferie e indovinate?Nessuna risposta, solo l’ennesimo scaricabarile”. Andrea Ferrazzi Stefano Collina

Pubblicato da Senatori PD su Giovedì 4 ottobre 2018



3 ottobre 2018

Grazie al grande lavoro del Presidente Marcucci nella Conferenza dei Capigruppo al Senato, martedì l’Aula discuterà e voterà la Mozione sui fondi alle Periferie tagliati dal Governo.
Domani presenterò sempre in aula una Interrogazione al Ministro per le gli Affari regionali e le Autonomie Stefani.
Anche su questo terremo il punto finché i soldi tolti ai sindaci non verranno restituiti

 


2 ottobre 2018

Con Minniti gli arrivi dalle coste africane nel nostro paese sono diminuiti del 78%, con Salvini del 48%.

Con Minniti i morti e dispersi sono diminuiti del 72%, con Salvini sono aumentati del 147% (morto negli ultimi quattro mesi uno ogni cinque imbarcati)

Questi sono i numeri, le altre sono chiacchiere di un demagogo pericoloso e cinico.



1 ottobre 2018

Da LIbertà Eguale:

“Siamo di fronte a una politica irresponsabile di aumento della spesa pubblica corrente parassitaria e clientelare che mette in ginocchio il Paese colpendo proprio i più poveri.
Inoltre, Lega e M5S vogliono aizzare la popolazione contro l’Europa. Ecco perché le forze riformiste ed europeiste devono organizzare una proposta strategica.
L’intervento di Andrea Ferrazzi ”

Promesse e debito: sfida gialloverde all’Europa


Olimpiadi invernali 2026

Dopo l’autoesclusione da parte di Torino, il CONI va avanti con la candidatura di Milano e Cortina.
È una grande occasione per il nostro Paese: spero nell’appoggio pieno da parte di tutti.
Le Olimpiadi sono una sfida e un’occasione per l’Italia: auspico dunque che il Governo nazionale faccia la propria parte, supportando anche economicamente questo straordinario evento che se ben organizzato e gestito porta ricchezza a tutta la nazione


Il pezzo di oggi del Financial Times

Ft: i leader politici italiani giocano un gioco pericoloso

Ft, i leader politici italiani giocano un gioco pericoloso Irresponsabilità fiscale e sfida potrebbero aggravare i problemi (ANSA) – BRUXELLES, 1 OTT – “I leader politici dell’Italia stanno giocando un gioco pericoloso” dove “l’irresponsabilità fiscale e l’atteggiamento di sfida potrebbero aggravare i problemi di Roma”. Così titola l’editoriale del FINANCIAL TIMES, spiegando che “dopo settimane di segnali contradditori, i leader politici dell’Italia stanno spingendo una politica di bilancio aggressiva, ignorando non solo i precedenti impegni di Roma con l’Ue ma le raccomandazioni del suo stesso ministro delle finanze”. Anche perché, sottolinea il quotidiano finanziario, “nonostante il trionfalismo del governo, la bozza di bilancio approvata la scorsa settimana non è una ragione di festeggiamenti, ben al contrario: la coalizione di governo del M5S anti-establishement e della Lega di estrema destra stanno prendendo una strada molto pericolosa”. Ci sono infatti “rischi gravi e reali, che derivano tanto dall’atteggiamento e dal comportamento di Roma quanto dagli attuali obiettivi economici”, dove il 2,4% di deficit va “ben al di là del tipo di cifra con che l’Ue e i mercati possano accettare”. Senza contare che “triplicare il deficit formalmente concordato equivale a un dito nell’occhio ai partner europei”, perché è “più una questione politica che di punti percentuali”. Vorrebbe infatti dire, afferma il Ft, “condonare comportamenti aggressivi e obiettivi economicamente sbagliati”, oltre al fatto che “rischi più immediati arrivano dai mercati”. E, avverte il quotidiano finanziario, di fronte al peggio la Bce ormai non potrebbe più intervenire “se l’Italia diventa un violatore flagrante delle regole”. Ora, “la possibilità di uno scontro con le autorità europee agiterà solo di più i mercati”, dove “gli investitori avevano sperato che il ministro delle finanze Giovanni Tria sarebbe sarebbe stato una forza calmante in seno al governo”. Se dovesse dimettersi, “una situazione altamente infiammabile potrebbe diventare esplosiva”. Per questo, conclude il Ft, “prendersi a cornate con l’Ue potrebbe ritorcersi contro entrambe le parti. Bruxelles lo sa. E’ il momento che lo realizzino anche i leader politici a Roma”. (ANSA). ZSL 01-OTT-18 09:37 NNN



30 settembre 2018

A Roma, alla manifestazione del Pd contro la paura. In Piazza del Popolo. Piazza piena

 


28 settembre 2018

Sto partecipando ad una sessione della London Assembly, a maggioranza laburista, nell’innovativo edificio progettato da Foster. La responsabile della Pianificazione strategica sta presentando il progetto di rigenerazione/costruzione di un nuovo “pezzo” di città: 3.000 abitanti (56% delle abitazioni saranno “affordable” l’equivalente del nostro social Housing, con una quota destinata ai residenti) scuole, servizi sanitari, una stazione per i treni, aree pubbliche e spazi verdi.
Così cresce una metropoli europea che compete a livello mondiale.
Nel nostro meraviglioso paese abbiamo tutto (storia, bellezza, competenza) per trasformare le nostre città e renderle sostenibili, attrattive, capaci di tenere insieme crescita economica, lavoro, qualità della vita.
Il Bando per le periferie, tagliato dal Governo di Lega e 5 Stelle, andava esattamente in questa direzione, con una svolta radicale delle politiche urbane nel nostro Paese.
Dobbiamo ripartire da lì. Questo è uno degli impegni che voglio portare avanti nella Commissione Territorio al Senato.

 



27 settembre 2018

Ecco le Undici tesi riformiste proposte da Libertàeguale, di cui sono membro della Presidenza nazionale.

Sono il risultato di seminari, studi, approfondimenti, convegni che abbiamo fatto in questi ultimi mesi.
La sconfitta dell’idiozia sovranista passa attraverso un pensiero coraggioso e un’azione politica tanto radicale quanto credibile.

Link.


Il presidente Decaro risponde al Primo Ministro Conte sulle periferie.
Altro che tutto a posto. Le bugie hanno le gambe corte



25 settembre 2018

“È ufficiale: il Governo ha tagliato oltre un miliardo e seicento milioni di euro ai comuni per le periferie. Continuano a mentire agli italiani, Conte venga in aula a dire la verità”.

“È ufficiale: il Governo ha tagliato oltre un miliardo e seicento milioni di euro ai comuni per le periferie. Continuano a mentire agli italiani, Conte venga in aula a dire la verità”.Andrea Ferrazzi

Pubblicato da Senatori PD su Mercoledì 26 settembre 2018



25 settembre 2018

Ai Comuni è arrivata la comunicazione ufficiale con pec da Palazzo Chigi del blocco del miliardo e seicento milioni per le periferie.
Mentre il Governo e i sodali parlamentari della Lega e dei 5Stelle raccontano le favole cercando di nascondere il fatto, le procedure conseguenti alle loro scelte scellerate avanzano. Periferie abbandonate. È il “Governo del cambiamento”

 

 



24 settembre 2018

Incontro con i Segretari di Circolo del Pd di Venezia per raccontare i motivi della battaglia che abbiamo fatto in Parlamento sul Decreto Milleproroghe. Bel dibattito e voglia di partecipare e approfondire



21 settembre 2018

Il Veneto ringrazia il “Governo del Cambiamento”

 

A Camponogara, ad incontrare i Circoli del Partito Democratico della zona insieme a Sarà Moretto, Nicola Pellicani, Bruno Pigozzo

 


20 settembre 2018

In Senato, stiamo lottando contro il Decreto Milleproroghe, quello che taglia 1,6 miliardi per le periferie, quello che toglie l’obbligatorietà ai vaccini.
Questo è uno degli emendamenti che abbiamo presentato per la restituzione dei soldi ai comuni: bocciato come tutti gli altri che abbiamo presentato per tutti i comuni del nostro paese.
Preso atto di questa scelta scellerata, abbiamo allora provato con l’Ordine del giorno allegato a prima firma del Presidente Marcucci, almeno per impegnare il Governo a dar seguito all’impegno di restituzione dei soldi con un successivo provvedimento che il Primo Ministro si è assunto con Anci: bocciato anche questo. Il Capogruppo della Lega Romeo nel suo intervento contrario ha specificato che a loro va bene così.
La foto che segue è il voto sull’Ordine del giorno.


Il mio intervento al Senato sul Bando Periferie.

Il mio intervento al Senato sul Bando Periferie

Pubblicato da Andrea Ferrazzi su Giovedì 20 settembre 2018


Periferie: Anci, nessun riscontro a impegni assunti da Conte

Decaro,’Associazione rappresenta tutti sindaci,di tutti partiti’

(ANSA) – ROMA, 20 SET – “La delegazione dell’Anci, composta
dal presidente Antonio Decaro e dai vicepresidenti Filippo
Nogarin e Roberto Pella, ha abbandonato i lavori della
Conferenza Unificata e annunciato che le relazioni istituzionali
con il governo sono interrotte. Non abbiamo trovato riscontro
all’impegno che aveva preso con noi il presidente del Consiglio
Giuseppe Conte sul bando periferie nell’incontro dell’11
settembre. Siamo costretti a interrompere le relazioni
istituzionali, nostro malgrado”. E’ quanto puntualizza l’Anci in
una nota, sottolineando che la delegazione dei Sindaci tornerà
“a quei tavoli solo quando il percorso per restituire ai sindaci
il miliardo e seicento milioni sottratti, si vorrà avviare
davvero”.

Durante l’incontro con il presidente Conte, era stato fissato
un percorso in due fasi, viene ricordato. “Prevedeva l’intesa in
Unificata per sanare la presunta incostituzionalità di una norma
che finanziava per 800 milioni di euro il bando periferie –
riepiloga Decaro – quindi l’istruttoria di un iter per inserire
nel primo decreto utile le risorse e fissare le procedure per
riallocare i fondi. Oggi in Unificata era stata messa all’ordine
del giorno l’intesa, un primo passo. Ma il governo, sollevando
un problema di natura tecnica, risolvibile secondo noi se solo
ce ne fosse stata la volontà politica, l’ha tolta”. Di qui la
sospensione delle relazioni. Che riguarderà la Conferenza
Unificata e la conferenza Stato-Città, cioè le sedi di
concertazione istituzionale tra governo ed enti territoriali
dalle quali passano tutti i provvedimenti dell’esecutivo, per
l’acquisizione dei necessari pareri.

“Al viceministro Garavaglia che ipotizza interessi di parte e
alla ministra Stefani che ci accusa di aver abbandonato il
tavolo – conclude Decaro – ricordo che l’Anci rappresenta tutti
i sindaci, a prescindere dalla provenienza geografica o
dall’estrazione politica, come dimostra anche la composizione
della delegazione al momento della rottura delle relazioni, e
che la nostra disponibilità, con l’unico scopo di risolvere il
problema, è stata massima dal primo momento. Circostanza che è
stata sotto gli occhi di tutti”.(ANSA).



19 settembre 2018

FALLIMENTO OLIMPIADI INVERNALI

Zaia e Giorgetti scaricano la responsabilità sul Sindaco pentastellato di Torino Chiara Appendino. I pentastellati parlano di imboscata da parte della Lega. Il risultato è che dopo le Olimpiadi di Roma questo Governo incapace ci fa perdere la grande opportunità delle Olimpiadi invernali.
Chiacchiere su chiacchiere a cui seguono flop su flop.
E pensare che il nostro Paese aveva sfruttato alla grande le Olimpiadi invernali di Torino 2006 e l’Expo di Milano 2015.


Il mio intervento sui vaccini in Commissione Affari Costituzionali al Senato. L’incapacità di questo Governo ha scaricato la propria confusione alle famiglie e alle scuole, mettendo a rischio la salute pubblica a partire dai più piccoli

Il mio intervento sui vaccini in Commissione Affari Costituzionali al Senato. L’incapacità di questo Governo ha scaricato la propria confusione alle famiglie e alle scuole, mettendo a rischio la salute pubblica a partire dai più piccoli

Pubblicato da Andrea Ferrazzi su Mercoledì 19 settembre 2018



18 settembre 2018

DECRETO MILLE PROROGHE: A RISCHIO IMPORTANTE PROGETTO PER IL NOSTRO TERRITORIO

Con la fiducia posta dal Governo al Decreto, Lega e 5 Stelle revocano il miliardo e seicento milioni di euro per i comuni previsto e già finanziato con il Bando periferie voluto dal Governo del Pd.
Il Veneto perde più di 200 milioni.
Il Premier Conte ha promesso che li reinseriranno di volta in volta con successivi decreti nei prossimi anni, a partire dal prossimo Decreto sicurezza.
La verità è che il primo Decreto in corso è proprio il Milleproroghe e da lì li tolgono per finanziare le promesse della loro continua campagna elettorale, a partire dal Reddito di cittadinanza.
È del tutto evidente che questa situazione oltre a togliere risorse essenziali per la rigenerazione, il decoro e la sicurezza delle nostre città può aprire una stagione di ricorsi per far valere la responsabilità di carattere amministrativo ed erariale e pure di illegittimità costituzionale. Tutto ciò paralizzerà le nostre città.

Rassegna stampa.

Video.

Continua la battaglia in Commissione Affari Costituzionale del Senato sul Decreto Milleproroghe. Ecco il mio intervento sul Bando periferie e sui Risparmiatori traditi dalle banche

Pubblicato da Andrea Ferrazzi su Martedì 18 settembre 2018

 

 


UNA LEGGE A TUTELA DI CHI VIVE NELLE ISOLE MINORI

Il Disegno di legge a mia prima firma per lo sviluppo sostenibile e la valorizzazione delle isole minori e delle isole lagunari e lacustri. Va contrastato lo spopolamento, incentivati i trasporti pubblici, garantiti servizi di base quali sanità e scuola, sviluppata la connessione a banda larga, incentivato l’artigianato, l’agricoltura, la pesca e l’acquacoltura, vanno diversificati i flussi turistici, incentivata la telemedicina, il telelavoro e le tele informazioni, promosse a valorizzare le culture e le tradizioni local, incrementata la produzione energetica da fonti rinnovabili, ripensato il ciclo dei rifiuti, salvaguardata la flora e la fauna locale.
Siamo nella fase di audizioni in Commissione al Senato. A breve la discussione e poi il voto.

Rassegna stampa.


Con la mia meravigliosa famiglia abbiamo festeggiato 20 anni di matrimonio. Grazie a tutti i parenti e amici che ci hanno accompagnato in questo cammino. Non lo cambierei per nulla al mondo.

 

 



14 settembre 2018

GASDOTTO TAP

Ho appena depositato questa Interrogazione parlamentare a mia prima firma al Ministro Di Maio sul gasdotto Tap. Di Maio ha da poco affermato che lo bloccheranno. Io invece scommetto che succederà come a Taranto, dove i cittadini inferociti per essere stati traditi su Ilva hanno inseguito per le strade i Deputati pentastellati e loro sono scappati scortati dalla polizia.



13 settembre 2018

A proposito del Bando periferie e dei soldi tolti ai sindaci

 

 

 



11 settembre 2018

Nel giugno del 2017 abbiamo presentato un’Interrogazione in cui denunciavamo la chiusura dell’Anagrafe del Parco Albanese e ne chiedevamo la riapertura. Nei mesi successivi più di 1.000 cittadini hanno sottoscritto un appello in questa direzione e organizzato manifestazioni molto partecipate nel Parco. Durante una di queste la maggioranza di questa amministrazione comunale si è impegnata per la riapertura della sede.
Promessa completamente disattesa. Il caos di via Cappuccina dipende anche da tale scelta sbagliata sia dal punto di vista del servizio sia per la sicurezza del Parco, in questi anni di molto peggiorata.

Rassegna stampa.



9 settembre 2018



5 settembre 2018

Sembra che torni il divieto di iscrivere a nidi e scuole dell’infanzia i bambini non vaccinati. Il Governo alla fine ha dovuto accettare il fatto che si decide in base al dato scientifico e non in base ad altro. Su questo abbiamo fatto una dura battaglia in Senato. Il Ministro aveva parlato di “obbligo flessibile”: semplicemente una buffonata. Ora il dietro front, certo tardivo, dato che il voto dell’emendamento di divieto avverrà il 23 settembre, quando le scuole sono già iniziate da tempo.
Le famiglie saranno libere di vaccinare o meno, naturalmente in caso di scelta negativa per il principio della difesa della salute di tutti i bambini queste famiglie non potranno mandare i bambini a scuola


Sembra che sui vaccini i 5 Stelle e la Lega abbiano cambiato di nuovo idea. Ora per l’iscrizione dei bambini al nido e all’infanzia non servirebbe più il certificato, ma basterebbe l’autocertificazione.
Nuovo cambio di linea in due giorni. Cose da matti



4 settembre 2018

Città, territorio, ambiente. Andrea Ferrazzi delinea i capisaldi di una nuova agenda urbana per il paese e nel farlo mette in gioco il Partito Democratico, con la sua capacità di proposta politica. Da una nuova posizione, quella dell’opposizione, che può segnare un nuovo inizio, un’occasione di rilancio http://www.libertaeguale.it/per-una-nuova-agenda-urbana/



3 settembre 2018

LA SITUAZIONE POLITICA ATTUALE


I pentastellati hanno vinto le elezioni con promesse che non possono e non potranno mantenere. Allora che faranno? La butteranno in caciara, alimenteranno tensioni, enfatizzeranno paure, cavalcheranno i problemi. Insomma, parleranno d’altro, ancora e ancora, in una propaganda elettorale permanente.
Nel frattempo sotto questo governo l’Italia ha perso 1.690 posto di lavoro al giorno (f.te ISTAT), gli interessi sul debito a causa di questa maggioranza costano agli italiani 1 miliardo nel 2018, 5 miliardi nel 2019 (f.te Osservatorio dei conti pubblici Universita Cattolica di Milano), lo spread da maggio a fine agosto è salito di 150 (nello stesso periodo nell’anno drammatico 2011 era salito di 130 punti).
Ma a loro sembra non interessi, nonostante questo continuano a promettere flat tax (costo 50 miliardi anno), blocco Fornero (costo 8 miliardi anno), reddito di cittadinanza (costo 17 miliardi) anno. Il costo per queste sole 3 operazioni è di 75 miliardi anno. Sapete quanti soldi sono a disposizione per la legge di bilancio che dovranno portare al voto del Parlamento? 15 miliardi.



27 agosto 2018

Conclusa la riunione delle Commissioni Infrastrutture Camera e Senato sul vergognoso crollo del viadotto di Genova.
Il Ministro Toninelli ha parlato di tutto ma non ha detto una parola sulle azioni legate alle sue responsabilità nell’azione di Governo.

In particolare:

– non ha detto chi eventualmente ricostruirà il viadotto;
– non ha detto nulla sui tempi dell’eventuale ricostruzione;
– non ha detto nulla sulle eventuali opere alternative;
– non ha detto se la Gronda si farà o meno;
– non ha detto nulla sulla proposta di fare del porto di Genova una Zes;
– non ha detto nulla sulle azioni del Governo a sostegno di Genova;
– sulla nazionalizzazione o meno della gestione della rete autostradale ha detto, cambiando radicalmente quanto sbandierato per giorni, che si valuterà “caso per caso”;
– si è dimenticato di dire che il Presidente e un componente della Commissione ministeriale di indagine da lui nominati sono decaduti pochi giorni dopo per incompatibilità;
– si è dimenticato di dire che le concessioni, secondo lui segretate per anni, in realtà erano state già rese pubbliche dal Ministro Delrio quasi integralmente e consegnate integralmente ai deputati e senatori delle commissioni competenti. Infatti il Ministero da lui guidato non ha fatto fino ad oggi alcuna pubblicazione aggiuntiva. Lo hanno invece fatto i concessionari;
– non ha più detto nulla sui finanziamenti che Benetton avrebbe dato al Partito Democratico (forse si è accorto di essersi confuso con i suoi alleati della Lega che, essa sì, ha preso 150.000 €);
– si è dimenticato di dire che la modifica delle concessioni a favore dei concessionari privati è stata votata dalla Lega nel 2008, compreso l’allora membro della Commissione infrastrutture Salvini, con il voto contrario del Partito Democratico.

Genova e il Paese restano in attesa di un Governo che faccia il proprio mestiere.



23 agosto 2018

ILVA, FERRAZZI (PD), DI MAIO CONDANNA TARANTO A INQUINAMENTO
(ANSA)

“Il risanamento ambientale di Taranto ha bisogno di decisioni che devono essere prese immediatamente dal ministro competente. Di Maio si sta assumendo la responsabilità di abbandonare al loro destino migliaia di lavoratori e di rendere perpetuo lo stato di enorme inquinamento ambientale di tutta l’area. Non vi sarà infatti alcuna possibilità di bonifiche e dunque di risanamento ambientale senza gli investimenti. L’azione propagandistica di Di Maio condanna i cittadini di Taranto a tenersi l’orribile inquinamento”. Così il senatore Andrea Ferrazzi, capogruppo Pd in commissione Ambiente a Palazzo Madama, commenta su Facebook le ultime dichiarazioni del ministro Di Maio sulla vicenda Ilva.



21 agosto 2018

Questo è il video della dichiarazione di voto di Soro, Capogruppo del Partito Democratico alla Camera nel 2008, CONTRO la norma voluta dal Governo Berlusconi- Lega con Viceministro ai trasporti e alle infrastrutture il leghista Castelli che elargiva ai concessionari autostradali vergognosi privilegi. Norma votata anche dal Salvini che era in Commissione Trasporti. È quella di cui si è parlato e sparlato in questi giorni dopo il dramma di Genova, norma chiamata anche “ Salva Benetton “. Salvini, il nuovo che avanza

Questo è il video della dichiarazione di voto di Soro, Capogruppo del Partito Democratico alla Camera nel 2008, CONTRO la norma voluta dal Governo Berlusconi- Lega con Viceministro ai trasporti e alle infrastrutture il leghista Castelli che elargiva ai concessionari autostradali vergognosi privilegi. Norma votata anche dal Salvini che era in Commissione Trasporti. Salvini, il nuovo che avanza

Pubblicato da Andrea Ferrazzi su Martedì 21 agosto 2018



6 agosto 2018  

Sono appena intervenuto al Senato per l’emendamento che stabilisce nel 31 ottobre la data ultima e certa per la costituzione del Fondo per ristorare i risparmiatori traditi dalle banche, tra cui Veneto Banca e Popolare di Vicenza.
Il nostro emendamento è stato accolto in Commissione (noi chiedevamo il termine del 31 agosto ma abbiamo accettato il 31 ottobre per farlo votare da tutti). Così è stato: 264 voti favorevoli su 264 votanti.
È un bel giorno per i risparmiatori e per il Senato

Sono appena intervenuto al Senato per l’emendamento che stabilisce nel 31 ottobre la data ultima e certa per la costituzione del Fondo per ristorare i risparmiatori traditi dalle banche, tra cui Veneto Banca e Popolare di Vicenza.Il nostro emendamento è stato accolto in Commissione (noi chiedevamo il termine del 31 agosto ma abbiamo accettato il 31 ottobre per farlo votare da tutti(. Così è stato: 264 voti favorevoli su 264 votanti.È un bel giorno per i risparmiatori e per il Senato

Pubblicato da Andrea Ferrazzi su Lunedì 6 agosto 2018



1 agosto 2018

Il mio intervento al Senato contro la chiusura delle strutture di missione per la sicurezza nell’edilizia scolastica e contro il dissesto idrogeologico. Operazione sbagliata e pericolosa del Governo che ha preferito la spartizione delle poltrone che ne deriva all’efficacia degli interventi per i nostri cittadini

VIDEO



30 luglio 2018

Alla manifestazione contro le violenze agli stranieri e contro l’intolleranza a Roma.



26 luglio 2018

Oggi in Senato abbiamo chiamato Salvini a rispondere sui 49 milioni che la Lega ha sottratto ai cittadini italiani. Come sempre non ha risposto. Anche su questo punto non molleremo

Link



26 luglio 2018

Ho presentato in aula al Senato la posizione del Gruppo sul così detto “Decreto Riordino”.
La chiusura di “Casa Italia” e di “Italia sicura” mette a rischio gli interventi per la sicurezza delle scuole e contro il dissesto idrogeologico.
Per non parlare dello spostamento del ministero del turismo dalla cultura all’agricoltura (sob).
Il “Governo del Cambiamento” deve cambiare qualsiasi cosa trovata, anche le eccellenze, a prescindere.

Video

 



17 luglio 2018

Sono stato eletto nel Comitato di Presidenza di Libertà Eguale.
Il Pd in particolare e i Riformisti in generale devono uscire dalle logiche delle battagliette interne che non portano da nessuna parte e avere la forza di costruire un progetto innovativo di rifondazione nazionale ed europea.
Libertà eguale ha questa ambizione. Dibattiti, studi, seminari, sito internet, iniziative parlamentari: tutto rivolto al futuro.



14 luglio 2018

Appello al Governo: SUBITO IL DECRETO PER I RISPARMIATORI TRADITI DALLE BANCHE!

Il gruppo Pd al Senato ha depositato l’Interrogazione parlamentare allegata sul Decreto salva risparmiatori traditi dalle banche.

Martedì 10 luglio ho organizzato un incontro in Senato tra il Capogruppo Pd Marcucci, il capogruppo in Commissione Misiani, il Senatore Marino e con il Coordinamento delle Associazioni dei risparmiatori traditi dalle banche provenienti da tutta Italia.
Il fondo per il risarcimento, istituito dalla legge di Bilancio 2018 e finanziato con 100 milioni, è bloccato perché manca la firma del ministro sul decreto del ministero dell’Economia già pronto da tempo. Facciamo un appello al ministro Tria: agisca subito, sblocchi il fondo. E se ci sarà una disponibilità del governo ad incrementare il fondo, noi voteremo ovviamente in modo favorevole.
Con i cittadini colpiti non ci si può fermare alle chiacchiere. Se davvero questo Esecutivo è sensibile alle istanze di chi ha perso i propri risparmi, lo dimostri. Non basta la contrapposizione politica per giustificare lo stop ad un provvedimento necessario.



6 luglio 2018

Il mio intervento in Commissione Territorio e ambiente al Senato diretto al Ministro all’Ambiente Costa

Il mio intervento in Commissione Territorio e ambiente al Senato diretto al Ministro all’Ambiente Costa

Pubblicato da Andrea Ferrazzi su Venerdì 6 luglio 2018



30 giugno 2018

Questa mattina ho partecipato alla manifestazione per rendere finalmente vivo il fiume Marzenego. È il fiume che attraversa la città di Mestre e che si trova vergognosamente in uno stato di abbandono. Le rive crollano, i fondali si riempiono. Chiediamo alla Regione il finanziamento completo del progetto del Consorzio di bonifica. Chiediamo al Comune di dare un segnale di vita riprendendo in mano il Contratto di fiume già predisposto dalla scorsa amministrazione con decine di altri comuni, consorzi di bonifica, università, studi di ricerca, associazioni, singoli cittadini. Qui non mancano i soldi, qui manca la volontà politica.



28 giugno 2018

Le motivazioni per cui lascio spazio a Emanuele Rosteghin e a Andrea Follini.
Di più siamo più forti



22 giugno 2018

Dopo tre anni di amministrazione della Giunta Brugnaro questo sono i risultati

16 giugno 2018

Il Seminario che ho organizzato al Senato giovedì scorso sul Contratto del Fiume Tevere con il Consorzio Tiberina e lAssociazione Amico del Tevere ha già dato il primo risultato: si è costituito presso la Regione Lazio l’Ufficio speciale per il Contratto di Fiume. Si tratta di un passaggio fondamentale per dare alla luce i molti progetti.
SU ANSA: Link



14 giugno 2018

Un bellissimo seminario al Senato sul “Contratto del Tevere” per la rigenerazione di Roma



13 giugno 2018

L’intervento di Roberta Pinotti sulla questione immigrazione

Roberta Pinotti replica al Ministro Salvini su Aquarius

"Con la cosiddetta chiusura dei porti Salvini si è voluto presentare come uomo forte ma in realtà ha mostrato una grande debolezza: non ha fermato gli sbarchi, perché il tema non è fare azioni eclatanti ma continuare a controllare i flussi, come ha fatto l'azione di Minniti riducendo gli sbarchi dell'80%. Il 10 giugno a urne aperte, quando ha ingaggiato la battaglia con Malta, non c'era nessuna emergenza migranti. L'Europa deve e può fare di più sul fronte dell'immigrazione, ma per ottenerlo si posso usare degli ostaggi? Questo è quello che ha fatto: Salvini non ha esitato a prendere in ostaggio più di 600 persone inermi e disperate per farsi sentire al tavolo europeo".Roberta Pinotti

Pubblicato da Senatori PD su Mercoledì 13 giugno 2018



10 giugno 2018

All’Assemblea delle Pro Loco del Veneto. Grazie per il vostro impegno per i nostri paesi. Noi dobbiamo sostenervi e darvi una mano contro i lacci e le follie dei regolamenti che invece di aiutarvi vi mettono i n difficoltà. Avanti insieme.



5 giugno 2018

Il “Governo del Cambiamento” si presenta al Senato



2 giugno 2018

Lottare contro ogni forma d regressione civile

In Piazza Ferretto, alla Festa della Repubblica. Nel suo discorso il Presidente Mattarella ha lanciato l’appello di lottare contro ogni forma di regressione civile. Italia forte e libera in un’Europa riformata e federale, stabilmente ancorata nel Patto Atlantico e ben lontana dal Patto di Visegrad, con l’euro moneta comune. Contro chi vuole l’asse con Putin, Orban, Le Pen, Farange.



1 giugno 2018

A Venezia, sotto il Ponte della Costituzione. Per difendere un’Italia forte in un’Europa federale. Dalla nostra parte chi vuole riformare e migliorare l’Europa, dall’altra chi vuole distruggerla portando al collasso il nostro Paese.



31 maggio 2018

“Sarebbe una tragedia abbandonare l’euro”

Andrea Tomat, già Presidente di Confindustria Veneto e Presidente di Lotto e Stonefly.

Chi produce ricchezza e crea lavoro sa si cosa parla.


“Il numero di occupati è aumentato a 23,2 milioni, Massimo dall’inizio delle serie storiche nel 1977”

Certo, c’è ancora molto da fare, aumentando la qualità e la stabilità del lavoro.

Purtroppo Salvini e Di Maio stanno già facendo danni.


A San Donà per sostenere la candidatura a Sindaco di Andrea Careser. Tante persone e grande entusiasmo. Forza!


30 maggio 2018

Noi a votare il Decreto Alitalia per far crescere il nostro Paese, Salvini in campagna elettorale a fare danni. Assente come nel Parlamento europeo.


Ho avuto il piacere di portare la posizione del Partito Democratico sulla “Conversione in legge del decreto sull’Autorità di regolazione per energia, reti e ambiente”. Si tratta del secondo Decreto votato dal Senato, dopo quello di questa mattina sull’Alitalia.

clicca per video:


28 MAGGIO 2018

 

28 maggio 2018

A Susegana, per premiare i ragazzi della scuola del Comune che hanno vinto un concorso del Senato con un meraviglioso progetto sella difesa dell’ambiente.

27 maggio 2018

Grazie al Professor Romano Prodi e alle centinaia di persone che ieri hanno partecipato al nostro seminario su “Europa: vaso di coccio tra Cina e USA?”
Finalmente Politica con la P maiuscola, oltre le beghe interne. Desiderio di guardare avanti, con coraggio, con passione, condividendo con amici e amiche progetti, timori e speranze. Non temiamo il futuro , anzi, ci affascina, perché è anche nelle nostre mani

23 maggio 2018

La memoria del sacrificio di Giovanni Falcone alimenta la nostra Nazione. È un nostro impegno preciso mantenerne vivo l’esempio e portare avanti la battaglia contro le mafie e la corruzione.

19 maggio 2018

Con Paolo Gentiloni e Sara Moretto e Paolo Gentiloni all’Assemblea nazionale. Asse Roma-Venezia!

18 maggio 2018

Al Convegno su “Start up per l’area veneziana”.
Grazie all’Associazione NordEstSudOvest per questa bella occasione di confronto tra Imprenditori, Università, Istituzioni

18 maggio 2018

Ieri sera ho partecipato ad un incontro con i Circoli Pd dei sette comuni del Miranese. Grazie a tutti per la voglia di ripartire e per la qualità degli interventi. Il populismo va sconfitto con il coraggio e la forza delle idee.

16 maggio 2018

Abbiamo appena incontrato a Roma una rappresentanza delle Associazioni interregionali dei risparmiatori traditi dalle banche. Massimo impegno per fare giustizia su una questione vergognosa. Con il Vicepresidente della Camera Ettore Rosato, la Vicepresidente del Gruppo Camera del Pd Alessia Rotta, il Presidente della Commissione Bilancio alla Camera Francesco Boccia, con i Deputati Roger De Menech e Debora Serracchiani.

12 maggio 2018

Impegni a Roma non mi consentono di essere oggi pomeriggio al Convegno su Aldo Moro organizzato dagli amici del Lido e Pellestrina.
Ho voluto però inviare questo mio saluto.
“Carissime amiche e amici,
purtroppo impegni a Roma non mi consentono di partecipare a questo importante incontro, per il quale mi complimento con gli organizzatori.
Il rapimento e l’assassinio di Aldo Moro sono stati una delle pagine più inquietanti e drammatiche della nostra Repubblica. Hanno segnato profondamente il Paese in quel tempo ma anche nei decenni successivi. La sua uccisione ha infatti di fatto bloccato l’evoluzione culturale e politica italiana, impedendo la necessaria evoluzione dei partiti di allora che paghiamo a caro prezzo anche oggi. Certo, ha segnato di fatto la fine delle Brigate Rosse e del loro folle disegno eversivo.
Oggi per noi Moro, “personaggio modernissimo”, è un monito e uno sprone alla lucida analisi, alla coerenza, al coraggio e alla fortezza. Virtù senza le quali non solo non c’è politica ma nemmeno umanità.
Ricordarlo, dunque, non è solo un dovere nei confronti di uno dei pochissimi Statisti che l’Italia ha avuto, ma é anche un impegno ad orientare il nostro cammino in un tempo nel quale sembra si sia smarrita la capacità pensare, l’”amicizia” come virtù civica e il senso del “bene comune”, quello di cui spesso ho discusso con il figlio di Aldo, Giovanni Moro, di cui mi onoro dell’amicizia.
Sen. Andrea Ferrazzi”

9 maggio 2018

Alla Camera in seduta comune, per il voto per un Giudice della Corte Costituzionale e di due membri del Consiglio superiore della Magistratura.

9 maggio 2018

Un grande uomo. Un politico coraggioso che ha pagato a caro prezzo la lungimiranza e la coerenza delle sue idee. Il suo assassinio ha paralizzato l’evoluzione politica e culturale del nostro paese nei lustri successivi. Sei nei nostri cuori e nelle nostre menti.

4 maggio 2018

A Mira, Piazza Vecchia, con Sara Moretto e Nicola Pellicano, per continuare il confronto con i nostri circoli. Passione e voglia di costruire.

3 maggio 2018

Alla Direzione nazionale Pd. La tempesta va affrontata insieme, nel rispetto delle idee diverse e delle legittime posizioni anche contrapposte. Il paese ci guarda e gli elettori aspettano coerenza e coraggio.

1 maggio 2018

A San Donà, per sostenere Andrea Cereser e la lista del Pd. Il 10 giugno tutti a votare questa squadra unita e capace, per il bene di tutti.

1 maggio 2018

Buona Festa dei lavoratori!

Che sia un impegno per il lavoro che porti dignità e libertà, che aiuti a trovare per ogni donna e per ogni uomo qui e nel mondo il proprio spazio e contribuisca a costruire la propria realizzazione.

30 aprile 2018

Quando questa Giunta aveva annunciato gli accessi differenziati tra residenti e turisti sui pontili ACTV avevo dato pubblicamente il mio appoggio.
Quando ho visto i tornelli nella foto la prima reazione è stata di incredulità. Ma prima di fare dichiarazioni ho aspettato 48 ore perché ho voluto approfondire. E non ho ricevuto una risposta convincente. Questi tornelli non gestiscono nulla, anzi, aumentano il caos nella città. I flussi vanno gestito PRIMA dell’arrivo a Venezia. In questo modo crei casino anche ai residenti. Che fine hanno fatto le decine di Commissioni Consigliari sulla gestione dei flussi? Che fine hanno fatto le nostre delibere che la maggioranza avrebbe dovuto portare al voto entro gennaio? (impegno solenne assunto dalla Presidente di fronte alla mia richiesta durante il dibattito in Consiglio comunale ). Tutto questo fa male alla nostra città.

28 aprile 2018

Sono appena tornato dalla grande manifestazione a Chioggia contro il Deposito G.p.l. Cittadini, associazioni, categorie economiche, il Vescovo, Amministratori. Tutti a difendere la sicurezza e l’economia della Città. Sarò al loro fianco in questa battaglia.

25 aprile 2018

In Piazza Ferretto a Mestre, alla cerimonia per la Festa della Liberazione. Moltissimi cittadini per rendere omaggio a chi ha dato la vita per la nostra libertà e per la nostra Repubblica.

23 aprile 2018

In Consiglio Metropolitano di Venezia. Stiamo discutendo la Delibera di Presa d’atto del finanziamento ai nostri comuni da parte del Governo con il Bando periferie. Grazie all’opera del Governo nazionale ai nostri comuni arrivano 38 milioni di euro.

20 aprile 2018

Ho fatto incontrare questa mattina una rappresentanza delle Associazioni dei risparmiatori traditi dalle Banche venete con il Prefetto di Venezia Carlo Boffi e il Direttore della Banca d’Italia sede di Venezia Paolo Ciucci, che ringrazio per la preziosa disponibilità (vedi foto allegata). All’incontro erano presenti anche i Deputati Dario Bond e Raffaele Baratto, con i quali stiamo lavorando per la costituzione del Gruppo interparlamentare sulle Banche. Dobbiamo infatti fare squadra tra veneti a prescindere dalle appartenenze politiche.
Ho proposto la costituzione di un “Osservatorio veneto” guidato dal Prefetto con la presenza di Banca d’Italia e degli altri soggetti la cui partecipazione è importante: Regione, Rappresentanza delle Associazioni dei risparmiatori traditi, Associazioni di categoria, Abi e altri soggetti. Sia il Prefetto sia il Direttore Ciucci hanno dato ampia disponibilità. Già dal prossimo mese si costituirà il primo tavolo.
Tale Osservatorio dovrà sovrintendere e indirizzare la questione banche, dal Decreto per la costituzione del Fondo per i Risparmiatori azionisti, già votato in Finanziaria, al dramma delle famiglie e delle imprese venete che si vedono recapitare dalle banche in questi giorni ordini di rientro dai fidi ingestibili.
Da parte di tutti vi è stato un grande spirito di partecipazione e voglia di fare squadra per rendere giustizia a famiglie e imprese venete e per ricreare un minimo di fiducia che è stata duramente messa alla prova dalle scelleratezze compiute.

19 aprile 2018

Ai Frari, presentazione del libro “Croce sulla schiena”, sulla straordinaria figura di Ida D’Este. Donne come lei hanno costruito la nostra democrazia. Ha fatto la Resistenza, lottato per i diritti delle donne, agito nell’Azione Cattolica, nella FUCI, fatto politica prima da Consigliere comunale poi come Deputata. Nel nome di donne come lei dobbiamo continuare la battaglia per la libertà, la giustizia, la democrazia . Grazie a Iveser, rEsistenze, i Popolari, CIF

17 aprile 2018

Il Presidente Gentiloni riferisce al Senato sulla situazione in Siria. Un dramma che deve avere fine.

16 aprile 2018

Nella sede del Circolo di Favaro, con Nicola Pellicani. Continua il viaggio tra i circoli per far ripartire il progetto del PD. Come dare risposta alla grande domanda di protezione che è emersa nelle ultime elezioni?

16 aprile 2018

Al seminario sullo sviluppo urbano. Abbiamo messo attorno alle stesso tavolo competenze diverse per disegnare e soprattutto per attuare politiche di qualità. Servono qualità amministrative, nuove norme, stop al consumo del suolo, defiscalizzazione degli interventi di rigenerazione, nuova visione olistica dell’urbanistica, nuova Agenda urbana capace di attuare una nuova policy integrata tra pubblico e privato. C’è molto lavoro da fare, per l’area veneziana, per il Veneto e per il nostro Paese.

14 aprile 2018

Tanta gente per riflettere, partecipare e ripartire. Con Paolo Feltrin e Pierpaolo Baretta.

11 aprile 2018 

Venezia ben in vista alla riunione di gruppo al Senato!

7 aprile 2018

A Portogruaro. Seminario con i cittadini per discutere insieme al Gruppo Consigliare “Centro sinistra più avanti insieme” del futuro di questa bellissima città, a partire dalla rigenerazione urbana della Perfosfati.

6 aprile 2018 

A Mestre, incontro con i risparmiatori traditi dalle banche venete: “Il fondo per le vittime dei reati finanziari una promessa mantenuta dalla Politica”. Con Pierpaolo Baretta, Franco Conte, Maurizio Crema.

5 aprile 2017

Questa sera abbiamo premiato a Milano i vincitori di un prestigioso premio sull’urbanistica. Porta Nuova a Milano è un esempio di come dobbiamo trasformare le nostre città.

28 marzo 2018

A discutere con Nannicini e Morando di Europa e riformismo. Non c’è un tema di cui parlano i sovranisti/populisti che possa essere risolto dallo stato nazione. Immigrazione, web tax, privacy di rete, difesa dei confini, welfare, lavoro, globalizzazione della finanza. Di fronte alla crisi irreversibile delle sovranità nazionali l’unica strada possibile è generare una nuova sovranità europea. Se alle prossime elezioni europee i partiti riformisti presentassero un’unica piattaforma di programma, un unico simbolo e votasse i 73 seggi lasciati dalla Gran Bretagna in modo transnazionale?

27 marzo 2018

Al Gruppo PD al Senato. Abbiamo appena eletto all’unanimità Andrea Marcucci Capogruppo. Allo stesso modo, con voto unanime, Graziano Delrio è stato eletto Capogruppo alla Camera.
Andrea e Graziano sono due amici bravi e competenti.
Abbiamo dato una grande prova di unità. Ora si guarda avanti, a partire dai territori.

 

27 marzo 2018

A Roma, con i Sindaci del PD. I Sindaci sono la nostra grande ricchezza. Persone vicine alla gente che ogni giorno affrontano questioni vere, problemi da risolvere, risposte da dare. Dobbiamo ripartire da qui, dalle autonomie locali, dalle comunità di base.

26 marzo 2018

Con Bruno Pigozzo a sostegno di Andrea Cereser, candidato Sindaco a San Donà. Questa bella e importante città merita un Sindaco come Andrea, persona seria e capace che ha ben governato e che soprattutto, ben saprà governare nei prossimi 5 anni. Dalla Regione e dal Parlamento offriremo tutto il sostegno a San Donà e al suo Sindaco.

26 marzo 2018

In Commissione consigliare, con il neodeputato Nicola Pellicani. A Roma faremo una battaglia comune per il bene della nostra città, dei Comuni dell’area metropolitana e per la nostra Regione.

23 marzo 2018

Inizia oggi la nuova avventura al Senato. Sono emozionato e con voglia di fare. Non sarà una passeggiata, ma dobbiamo camminare insieme. Non lasciatemi solo!

20 marzo 2018

Al Circolo di Canareggio: Spunti, analisi, e riflessioni per rimetterci “in cammino”.

19 marzo 2018

Oggi, a Carpenedo/Bissuola, ho iniziato il mio tour di incontri con i Circoli territoriali del PD. Voglio ascoltare e condividere le analisi ma soprattutto le azioni per ricostruire il futuro. C’è una grande energia e voglia di ripresa che va condivisa e su cui investire.

16 marzo 2018 

Ho voluto ringraziare le persone che mi hanno voluto come candidato e poi sostenuto nella campagna elettorale. Nasco da un lavoro di squadra e in questo modo voglio lavorare.
Questo ringraziamento è un inizio. C’è molto da ricostruire, a partire dai nostri territori.

14 marzo 2018

Alla manifestazione per riportare vita e sicurezza nel Parco Albanese della Bissuola. In tre anni la situazione è precipitata.
Riaprire l’Ufficio anagrafe, riportare una sezione della Polizia municipale, attivare le iniziative di presidio del territorio. A fianco dei Comitati, per portate avanti le richieste già presentate a suo tempo con Interrogazioni e richieste di dibattito in Consiglio comunale.

13 marzo 2018

Incontro tra amiche e amici del PD per analizzare il voto e per ripartire. Analisi vera, senza sconti. Con un impegno preciso cominciando dal nostro territorio.

9 marzo 2018

Per la mia prima uscita pubblica da Senatore ho scelto il Quartiere Pertini. Lì un Comitato di persone coraggiose sta combattendo per la sicurezza e contro il degrado. A Roma non spenderò nemmeno un minuto in salotti e salottini, ma mi darò da fare per aiutare questi coraggiosi amici, simbolo di tutte le città che vogliono rinascere.

1 marzo 2018

All’incontro con il sottosegretario del Ministero dei Beni Culturali Ilaria Borletti Buitoni, con Laura Puppato e Anna Spinnato.

Paesaggio, cultura, turismo: questa è la vera ricchezza del nostro paese che va tutelata e valorizzata.

1 marzo 2018

All’incontro con il Comitato Mestre Off Limits era presente anche Nicola Pellicani

Il miglioramento della #sicurezza nelle nostre città è una nostra priorità e richiede una molteplicità di azioni: restituire dignità alle forze del ordine – come ha fatGovernotuale Governo a guida #PD – attraverso il rinnovo contrattuale e le nuove assunzioni, per un valore di 7,5 MD di euro di investimenti; valutare poi l’introduzione di forme di servizio civile per migliore integrazione degli immigrati, la revisione della normativa sulle carceri, e infine considerare la possibilità di attribuire poteri specifici ai sindaci, nel rispetto delle norme costituzionali e dei diritti delle persone.

1 marzo 2018

In visita al Museo dei Grandi Fiumi con il ministro Dario Franceschini, i candidati Pier Paolo BarettaDiego Crivellari

Il 2017 è un anno record per musei italiani come incassi e visitatori, anche grazie ai provvedimenti dei governi a guida #PD.

Intendiamo continuare questo lavoro e far crescere ancora di più il territorio.
Villa Delta del PoVeneziaFerrara possono costituire un formidabile polo di attrazione.

27 febbraio 2018

Vi invito a leggere la mia intervista per Timer Magazine, di cui qui un estratto:

La mia candidatura come Capolista nasce dalla richiesta dei circoli di base in quanto naturale proseguimento del lavoro fatto nel #territorio in questi anni, da Vicepresidente della Provincia di Venezia e Assessore all’Urbanistica del Comune di Venezia e via via come rappresentante urbanistica per l’ #Anci. Nasco nel territorio e voglio far contare il territorio.

26 febbraio 2018

Premiare il merito, la capacità e l’impegno delle persone. Agevolare chi produce ricchezza. Garantire equità.

Sono le nostre linee guida in campo economico, che ho ribadito nell’incontro con la #Cna di Portogruaro.

26 febbraio 2018

All’incontro al Centro Culturale Candiani.

Andiamo a Roma per far contare il nostro territorio .
Starò a Roma il tempo indispensabile per continuare a essere presenti nel territorio per ascoltare cittadini, associazioni, operatori economici e raccoglierne le istanze.

#votalasquadra #scegliPD

26 febbraio 2018

Finita la prima parte della giornata al freddo e al gelo! A San Donà con Sara Moretto e Francesca Zottis abbiamo incontrato Confcommercio, Cia e Coldiretti per fare sistema e far crescere il Veneto Orientale. Ora a Mestre dove alle 18.00 al Candiani incontriamo i cittadini e alle 20.45 a Portogruaro per confrontarci con la CNA. Avanti tutta in attesa del bel tempo!!!

25 febbraio 2018

Questa mattina banchetti al freddo e al vento. Prima con le amiche e gli amici alla Gazzera, poi in Piazza Ferretto. Così ha inizio l’ultima settimana di campagna. Avanti!!!

24 febbraio 2018

Alla Stazione di Mestre. Abbiamo presentato i nostri progetti contro il degrado che aumenta sempre più. Il tunnel che unisce Mestre a Margherita viene ormai chiamato il ” Tunnel della paura”. Nel frattempo sono bloccati l’Accordo di programma votato già all’inizio del 2014 per la Stazione e l’accordo su via Ulloa.l, progetti seguiti dal sottoscritto e belli e pronti da anni. La sicurezza si fa con i fatti, non con le chiacchiere e gli slogan. Noi, con il Ministro Minniti, vogliamo le forze dell’ordine operative a presidio del territorio e la rigenerazione urbanistica, senza la quale il degrado e la violenza aumenteranno. Cosa aspettiamo ancora?

24 febbraio 2018

Banchetto tra la gente a San Donà dove c’è un circolo molto attivo e pieno di iniziative. In tutta la Città Metropolitana e in particolare nei comuni del Sandonatese e del Portogruarese con Sara Moretto stiamo facendo una campagna appassionata di ascolto, incontro e proposte. Siamo candidati del territorio e se i cittadini vorranno votarci avranno la garanzia della nostra costante presenza, come abbiamo sempre fatto: Sara da Parlamentare ed io da Vicepresidente della Provincia ed oggi Consigliere metropolitano. Avanti verso il 4 marzo!!!

23 febbraio 2018

Grande partecipazione dei cittadini all’incontro con Marco Minniti al Teatro Momo a Mestre.

 “Spetta a un partito che si chiama ‘democratico’ conciliare i sentimenti di umanità e di sicurezza”

Con Barbara PenzoSara MorettoNicola Pellicani, Marco Favero: #votalasquadra #scegliPD

22 febbraio 2018

Con i cittadini della Gazzera siamo andati a vedere insieme la situazione delle case del Comune di Venezia. Sono queste le situazioni dove bisogna investire le risorse pubbliche: il prossimo #Bandoperiferie deve finanziare la rigenerazione di questi luoghi.